Consulenza finanziaria indipendente

TLTRO: un autogol previsto, ma voluto?

TLTRO: un autogol previsto, ma voluto?

La nuova iniziativa per finanziare l’economia reale, il TLTRO, ha ottenuto richieste di circa metà del previsto.

Che la cosa non potesse avere l’esito desiderato di fornire maggiore liquidità al sistema produttivo era praticamente scritto nel marmo.

L’unica penalità per la banca che ottiene il finanziamento e non ha aumento delle erogazioni nette è che dopo due anni deve rimborsare. Letta correttamente [cioè a rovescio], è una operazione di ulteriore finanziamento indistinto al sistema con un opzione di estensione della scadenza in caso l’economia migliori. In pratica, il miglioramento economico è una condizione, non una conseguenza, del successo dell’operazione.

Dato che io sono un semplice fabbro, penso che la cosa sia nota agli inventori. la mia domanda senza risposta è, il relativo fallimento di questa operazione è veramente tale, o non è il vero scopo del gioco? In fondo, con i tassi allo 0,05%, la BCE non ha quasi più munizioni, ma i governi (il nostro in testa) sembrano far finta di non saperlo. Andare in pubblico con un asta di liquidità a vuoto potrebbe fare gioco?

X