Consulenza finanziaria indipendente

Non mettere le dita nel naso

Non mettere le dita nel naso

Ai bambini non si deve spiegare cosa NON fare. Se no lo fanno. Invece la Grecia…

In sostanza, il ministero delle Finanze Greco, in una riedizione locale del “solve et repete”, starebbe sequestrando i conti correnti dei cittadini in situazione di debito fiscale. Naturalmente,  questo è un bieco complotto tedesco… E a pensare così, si avrebbe ragione su chi è avvantaggiato, se non su chi è l’autore.

Infatti, la conseguenza di questi comportamenti (e questo è il secondo dopo Cipro), è di insegnare ai cittadini Europei quale diritto conseguente all’unione Europea devono esercitare, specialmente se sono in un paese “debole”: dato che posso vivere in un paese ed avere il conto in un altro, al solo scopo di esercitare un sano risk management, avranno convenienza a spostare i propri soldi dal paese di residenza ad un altro con ordinamenti un po’ meno “fantasiosi”, e con un sistema legale privo di automatismi sanzionatori.

Viene da chiedersi qual’è l’altro paese europeo in cui il fisco fa da arbitro di se stesso, in cui prende i soldi prima che la giustizia si sia pronunciata (ed eventualmente, non li ridà se ha torto: vedi “robin hood tax”), e che ha un rapporto tormentato con le riforme…